Vinventions abbraccia integralmente gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

ZEBULON, NC, USA e THIMISTER, Belgio (19 novembre 2018) — Aver “salvato” 300 milioni di bottiglie in 15 anni, cancellando il “sapore di tappo”, non basta a Vinventions, leader globale nelle soluzioni complete di chiusura, che coerentemente con le intenzioni di intensificare il proprio impegno in direzione della sostenibilità, annuncia i propri piani per accelerare le iniziative volte al miglioramento ambientale e promuovere cambiamenti sostanziali nei processi di produzione e utilizzo relativi all’industria vinicola nel suo complesso.

La strategia di sostenibilità di Vinventions è in piena sintonia con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (“SDG”) e, in particolare, con il dodicesimo, che mira a “garantire modelli di consumo e di produzione sostenibili”.  La strategia di Vinventions coinvolge tutti gli aspetti del ciclo produttivo: a partire dall’utilizzo sostenibile delle risorse naturali, la riduzione degli sprechi alimentari e dei rifiuti per arrivare ad una gestione responsabile delle sostanze chimiche.

Ecco nel dettaglio le politiche adottate nella gestione di questi aspetti:

  • Utilizzo sostenibile delle risorse naturali: Vinventions, al fine di raggiungere l’obiettivo prefissato di azzerare le emissioni di carbonio a livello aziendale, anticipa le iniziative intraprese per minimizzare l’impronta di carbonio e l’utilizzo di risorse naturali destinate ai prodotti e ai processi (inclusa l’acqua e le materie prime non rinnovabili). La formulazione di Nomacorc Green Line è uno degli esempi di questo orientamento. Questa linea si basa infatti su polimeri vegetali estratti dalla canna da zucchero, una fonte di materie prime 100% rinnovabile. L’impronta di carbonio dei prodotti derivati dalla canna da zucchero è molto bassa o nulla in quanto questa pianta assorbe l’anidride carbonica atmosferica, contribuendo così a combattere i cambiamenti climatici. Dal lancio di Nomacorc Green Line, Vinventions ha ridotto le emissioni di CO2 di più di 12.000 tonnellate (1). A breve è prevista l’introduzione sul mercato di ulteriori novità Vinventions, ottenute a partire da materie prime biodegradabili, rinnovabili e sostenibili.
  • Riduzione degli sprechi alimentari: Vinventions riconferma il proprio impegno per la riduzione degli sprechi alimentari, in particolare quelli legati all’attività vinicola, offrendo chiusure per il vino esenti da TCA, con prestazioni uniformi, adeguatamente supportate da apparecchiature enologiche e servizi progettati per ottimizzare la qualità del vino nel suo complesso. Per questo possiamo affermare che, negli ultimi 15 anni, i prodotti Vinventions hanno efficacemente prevenuto il deterioramento di più di 300 milioni di bottiglie (2).
  • Gestione responsabile delle sostanze chimiche: La capacità di Vinventions di abbattere le sostanze chimiche si concretizza, ad esempio, nell’introduzione di SÜBR, il tappo in micro-agglomerato più sostenibile al mondo, realizzato con sughero naturale e un legante di derivazione naturale che costituisce un’alternative sicura, pulita, riciclabile e biodegradabile alle colle poliuretaniche. Vinventions sostituirà progressivamente l’uso di colle poliuretaniche in tutti i propri prodotti.
  • Riduzione dei rifiuti: Vinventions sceglie di concentrare le proprie energie per ridurre ulteriormente i rifiuti, sia interni che esterni, tramite nuove e ambiziose iniziative di raccolta e riciclo in linea con i principi dell’economia circolare. Vinventions mette in campo efficienti processi di produzione “lean” e gli attuali programmi di riciclo, ma è consapevole che molto può essere ancora fatto per minimizzare la produzione di rifiuti. Vinventions elogia la Commissione Europea e le iniziative promosse a sostegno dell’economia circolare e della lotta all’inquinamento marino in quanto contribuiscono a creare un ecosistema di organizzazioni ottimale e rappresentano un motore di innovazione. In collaborazione con gli azionisti, Vinventions sta pianificando il lancio di importanti iniziative che ne consolideranno la leadership nel panorama dell’industria vinicola sul tema dell’economia circolare. Tra le nuove iniziative, Vinventions è orgogliosa di annunciare una partnership per il riciclo con Nicolas (Francia). A partire dal primo trimestre 2019, i 500 negozi Nicolas raccoglieranno sia le chiusure Nomacorc PlantCorcs™ che quelle sintetiche. Tutto il ricavato di questo programma di raccolta sarà devoluto a sostegno dell’associazione “Un Bouchon, Une Espérance” che aiuta le persone affette da disabilità. Vinventions procederà quindi al riciclo delle chiusure raccolte e realizzerà prodotti destinati al mondo del vino, con l’ambizione di produrre una nuova chiusura ottenuta partendo da materiali riciclati, a coronamento di un modello perfetto di economia circolare. Michael Blaise, vice Presidente per la Sostenibilità di Vinventions, afferma: “I prodotti a base di polimeri rappresentano una delle soluzioni più sostenibili se provengono da materie prime rinnovabili e possono essere riutilizzati o riciclati”.

E aggiunge: In Vinventions la sostenibilità è il risultato di tre fattori: Pianeta, Persone, Profitto”. “Il nostro obiettivo, promuovendo una cultura di Sostenibilità, non è solo quello di migliorare il nostro impatto ambientale ma anche di sostenere le persone, siano esse clienti, collaboratori o comunità, nel loro processo di sviluppo e nella capacità di generare prosperità a lungo termine. Per Vinventions la sostenibilità è un lungo viaggio da percorrere verso un miglioramento continuo con effetti positivi per tutti gli azionisti”.

Ulteriori informazioni su Vinventions e la sua Mission Sostenibilità sono disponibili sul sito Vinventions.

Condividi questo articolo :